Città di Venezia

Indietro


  1. Mi sono trasferita/o da poco in questo Comune, cosa devo fare per essere iscritta/o nelle liste elettorali?  Vai
  2. Sono residente nel comune di Venezia da poco, cosa devo fare o dove devo andare per avere la nuova tessera elettorale? Vai
  3. Ho cambiato abitazione la mia tessera non è aggiornata e non so dove andare a votare? Vai
  4. Che cosa devo fare per essere nominato/a scrutatore? Vai
  5. Cosa si deve fare per essere cancellato/a dall’Albo degli scrutatori? Vai
  6. Cosa si deve fare per iscriversi all’Albo dei Presidenti di Seggio e che requisiti si devono avere? Vai
  7. Qual è il compenso dei componenti di seggio? Vai
  8. Dove posso trovare i dati relativi alle elezioni precedenti? Vai
  9. Qual'è l'età e quali requisiti sono necessari per poter avere diritto al voto? Vai
  10. Nel caso di ricovero presso un ospedale o un luogo di cura come posso esercitare il diritto di voto? Vai
  11. In quali casi posso essere aiutato ad esercitare il mio diritto di voto – voto assistito? Vai
  12. Come posso attestare la partecipazione al voto? Vai
  13. Che documenti servono per votare? Vai
  14. Che cosa devo fare per farmi aiutare a raggiungere il seggio? Vai


  1. Mi sono trasferita/o da poco in questo Comune, cosa devo fare per essere iscritta/o nelle liste elettorali?  Su
    Nulla poiché l'iscrizione avviene d'ufficio.
  2. Sono residente nel comune di Venezia da poco, cosa devo fare o dove devo andare per avere la nuova tessera elettorale? Su
    In caso di trasferimento di residenza da un altro Comune verrà consegnata - al domicilio dell'elettore - una nuova tessera elettorale e verrà ritirata, contestualmente, quella già in suo possesso. L’incaricato alla consegna passerà più volte, nell’ultimo passaggio lascerà un messaggio di dove e come potrà essere ritirata. Dal 19 maggio il servizio elettorale e tutte le delegazioni anagrafiche saranno a disposizione per il ritiro delle tessere che non sono state consegnate o per la richiesta dei duplicati in caso di smarrimento dalle ore 8,45 alle ore 19,00. Domenica 25 maggio saranno aperti dalle ore 8,00 alle ore 23,00.
    Clicca qui per trovare la delegazione anagrafica di competenza

  3. Ho cambiato abitazione la mia tessera non è aggiornata e non so dove andare a votare? Su
    In caso di variazione dei dati anagrafici o delle indicazioni contenute nella tessera, gli aggiornamenti vengono effettuati direttamente dall'Ufficio Elettorale che provvederà a trasmettere per posta un tagliando adesivo riportante le relative variazioni. Il titolare provvederà ad incollare il tagliando all'interno della tessera nell'apposito spazio. Il Comune di Venezia, nell'anno 2012, ha provveduto alla revisione della ripartizione del territorio in Sezioni Elettorali.
    Per trovare le nuove Sezioni Elettorali, i Seggi Elettorali, e il territorio compreso nelle stesse cliccare qui.

  4. Che cosa devo fare per essere nominato/a scrutatore? Su
    Iscriversi nell’apposito Albo e comunicare, tramite fax o e-mail (vedi indirizzo sotto), la propria disponibilità. L’Albo degli scrutatori è l'elenco delle persone idonee a coprire l’incarico di scrutatore, possono fare richiesta di iscrizione tutti gli elettori del Comune di Venezia che abbiano assolto gli obblighi scolastici. La domanda deve essere presentata al Servizio Elettorale, al protocollo generale oppure inviata per posta, per fax o tramite e_mail (servizio.elettorale@comune.venezia.it) entro il 30 novembre di ogni anno. Sono esclusi dalle funzioni di scrutatore:
    • i dipendenti del Ministero dell'Interno, delle poste e telecomunicazioni e dei trasporti;
    • gli appartenenti alle Forze Armate in servizio;
    • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti;
    • i segretari comunali ed i dipendenti dei comuni comandati a prestare servizio presso gli Uffici Elettorali Comunali;
    • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

  5. Cosa si deve fare per essere cancellato/a dall’Albo degli scrutatori? Su
    Ogni cittadino iscritto all'albo degli scrutatori può chiedere la cancellazione dall'albo stesso, entro il mese di novembre di ogni anno, presentando domanda presso l'Ufficio Elettorale o inviandola per posta, per fax o tramite e-mail (servizio.elettorale@comune.venezia.it) . La cancellazione avverrà entro il 15 gennaio dell'anno successivo a quello della presentazione della domanda. In caso di trasferimento di residenza in altro Comune l’elettore iscritto all'albo verrà cancellato automaticamente.
  6. Cosa si deve fare per iscriversi all’Albo dei Presidenti di Seggio e che requisiti si devono avere? Su
    L’elenco delle persone idonee all'ufficio di presidente di seggio elettorale, tenuto ed aggiornato a cura del Presidente della Corte di Appello di Venezia è costituito dagli elettori che presentano apposita domanda e che risultano in possesso dei requisiti richiesti dalla legge. Possono presentare domanda tutti gli elettori del Comune di Venezia, in possesso almeno del diploma quinquennale di scuola media superiore o Laurea, che non abbiano superato il 70° anno di età. La domanda deve essere presentata o inviata per posta all'Ufficio Elettorale dal 1° al 31 ottobre di ogni anno (per la scadenza fa fede il timbro postale). La domanda d'iscrizione all'albo dei presidenti di seggio deve essere presentata una sola volta. Tutta la modulistica necessaria è reperibile sul nostro sito oppure presso l'Ufficio Elettorale. L'iscrizione all'albo dei presidenti di seggio elettorale avviene nel mese di gennaio dell'anno successivo a quello della presentazione della domanda, a cura della Corte d'Appello. Sono esclusi dalle funzioni di presidente di seggio:
    • i dipendenti del Ministero dell'Interno, delle poste e telecomunicazioni e dei trasporti;
    • gli appartenenti alle Forze Armate in servizio;
    • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti;
    • i segretari comunali ed i dipendenti dei comuni comandati a prestare servizio presso gli Uffici Elettorali Comunali;
    • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.
    Le eventuali variazioni di titolo di studio dovranno essere presentate presso l'Ufficio Elettorale nei tempi e nei modi previsti per le iscrizioni.
  7. Qual è il compenso dei componenti di seggio? Su
    Consultare il Vedemecum per le elezioni Regionali, Comunali e Circoscrizionali pag. 19-20

  8. Dove posso trovare i dati relativi alle elezioni precedenti? Su
    I dati relativi possono essere visualizzati al seguente indirizzo: http://elegi.comune.venezia.it/statistiche
  9. Qual'è l'età e quali requisiti sono necessari per poter avere diritto al voto? Su
    Formano l'elettorato attivo tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il 18° anno di età e non si trovino in alcuna delle condizioni previste dall'art. 2 del T.U. n. 223/1967, ovvero coloro che sono "elettori". Per essere elettore occorre:
    • essere cittadino italiano;
    • aver compiuto il 18° anno di età;
    • non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative per l'iscrizione nelle liste elettorali.
    Solo per l'elezione del Senato della Repubblica è necessario aver compiuto il venticinquesimo anno di età.
  10. Nel caso di ricovero presso un ospedale o un luogo di cura come posso esercitare il diritto di voto? Su La normativa attualmente vigente prevede che in occasione di tutte le consultazioni elettorali o referendarie, i degenti in ospedali e case di cura siano ammessi a votare nel luogo ove si trovano ricoverati. Gli interessati devono far pervenire, attraverso la struttura ospedaliere, al Sindaco del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, una dichiarazione che attesti la volontà di esercitare il diritto di voto presso l'ospedale o la casa di cura [sempreché in tale struttura sia prevista la possibilità di esercitare tale diritto ovvero sia prevista una tipologia di seggio denominato "speciale"] entro e non oltre il terzo giorno antecedente la data della votazione. La dichiarazione deve indicare il numero della sezione alla quale l'elettore è assegnato (dato rinvenibile dalla tessera elettorale) e deve recare in calce l'attestazione del direttore sanitario del luogo di cura, comprovante il ricovero dell'elettore presso la struttura sanitaria. Successivamente verrà trasmessa, a cura del Sindaco, l'apposita attestazione che i degenti dovranno utilizzare per l'ammissione al voto, unitamente all'esibizione della tessera elettorale.
  11. In quali casi posso essere aiutato ad esercitare il mio diritto di voto – voto assistito? Su
    Elettori portatori di handicap grave. Sono da considerarsi elettori fisicamente impediti:
    • i ciechi;
    • gli amputati delle mani;
    • gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità ovvero gli elettori portatori di handicap semprechè gli stessi siano impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto.
    Detti elettori possono esprimere il voto con l'assistenza di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, con l'assistenza di un altro elettore che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore. L'accompagnatore deve essere iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune della Repubblica e può esercitare tale compito solo per un invalido. L'impedimento, quando non sia evidente, potrà essere dimostrato mediante esibizione di apposito certificato rilasciato, immediatamente, gratuitamente e in esenzione da qualsiasi diritto o applicazione di marche, dal funzionario medico designato dai competenti organi dell'Azienda per i servizi sanitari. Detto certificato medico deve attestare che l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di altro elettore. La legge n. 17/2003 ha previsto che l'annotazione del diritto di voto assistito possa essere inserita - su richiesta dell'interessato e corredata da apposita documentazione - a cura del Comune di iscrizione elettorale mediante apposizione di un corrispondente simbolo o codice sulla propria tessera elettorale nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di riservatezza personale e, questa facoltà consentirà agli interessati di essere ammessi al voto evitando di presentare il certificato medico ad ogni tornata elettorale.
  12. Come posso attestare la partecipazione al voto? Su
    Mediante l'esibizione della tessera elettorale. In occasione di ogni consultazione elettorale o referendaria, successivamente al riconoscimento dell'identità personale dell'elettore ed alla esibizione della tessera elettorale, uno scrutatore, prima che il presidente consegni all'elettore la scheda di votazione, appone nell'apposito spazio della tessera elettorale (in tutto sono 18) il timbro della sezione e la data della consultazione.
  13. Che documenti servono per votare? Su
    Per esprimere il proprio voto l'elettore si deve recare al proprio seggio munito della tessera elettorale e di idoneo documento d'identificazione:
    • Carta d'identità
    • Patente
    • Tessera di riconoscimento rilasciata dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia, purché convalidata da un comando militare
    • Altro documento di identificazione (con fotografia) rilasciato dalla Pubblica Amministrazione.
    I suddetti documenti di identificazione sono considerati validi per accedere al voto anche se scaduti, purché risultino sotto ogni altro aspetto regolari e possano assicurare la precisa identificazione dell' elettore. In mancanza di documento l'identificazione può avvenire anche attraverso:
    • uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità
    • altro elettore del comune, noto al seggio (provvisto di documento valido), che ne attesti l'identità

  14. Che cosa devo fare per farmi aiutare a raggiungere il seggio? Su
    Al fine di agevolare l'esercizio di voto per le persone disabili o con ridotta capacità motoria, l'Amministrazione comunale predisporrà un servizio di trasporto gratuito ai seggi. Consultare il Vedemecum per le elezioni Regionali, Comunali e Circoscrizionali pag. 61
Indietro